A novembre due appuntamenti e – come si dice in questi tempi – siamo in presenza! 19 novembre a Milano e 25 novembre a Roma. 

Smart Working Day è l’evento più completo e ricco di contenuti in Europa sul mondo del lavoro agile,
l’evento su misura per Manager e Responsabili HR e finalmente dopo due appuntamenti virtuali torniamo a incontraci di persona.

Nella precedente edizione Think of the future of organization avevamo guardato oltre l’attualità e – come a ottobre 2020 – avevamo ricreato lo Smart Workind Day in una veste online, permettendoci di continuare ad affrontare le tematiche che tanto successo hanno riscosso in passato. Ma questo fortunato progetto, nato nel 2017 dalla creativa mente di Samuel Lo Gioco – prima ancora che la legge sul Lavoro Agile fosse approvata – come format pratico e concreto su come le organizzazioni potessero adottare con efficienza questa nuova modalità di lavoro, non vedeva l’ora di tornare all’origine. Oggi, ovviamente nel mezzo c’è stata una pandemia e certe tematiche necessitano di un nuovo focus, ma noi siamo già pronti per condividere una nuova cultura nel modo del lavoro.

Considerata dagli esperti del settore la “conferenza più importante in Italia sullo smart working” quest’anno presentiamo grandi novità: 

  • Sarà in collaborazione con HRLink – il giornale online dedicato ai professionisti delle risorse umane;
  • Molti saranno gli Speaker coinvolti in un confronto diretto; 
  • Sarà possibile rivedere tutta la conferenza “on demand” (tramite accesso Web).

I contenuti del “Day 2021”.

Possiamo anticiparvi che le aree tematiche oggetto dello Smart Workind Day 2021 saranno cinque. La prima è sulla cultura della managerialità, ovvero la gestione della performance agile.

La gestione della Performance management agile – come le aziende approcciano la gestione dell’ingaggio dei dipendenti sugli obiettivi aziendali e come li misurano e premiano, il modello dell’Annual Performance Management Review se funziona ancora con il lavoro agile, come una azienda PMI può creare una cultura adeguata e in generale la questione della formazione manageriale.

Per l’appuntamento di Roma entreremo in merito anche sulle soluzioni applicabili nella Pubblica Amministrazione.

La seconda area tematica riguarderà i modelli di misurazione della performance agile – KPI.  Come cambia il modo di misurare i risultati in azienda in un contesto sempre più agile in cui le responsabilità sono gestite sia in presenza che da “remoto” ed in cui gli obiettivi di efficienza organizzativa scaturiscono anche da sistemi di AI. In che modo l’intuito dell’imprenditore che plasma la sua azienda può essere sostituito da elaborazioni molto più complesse?

Il terzo tema è di grande attualità e importanza, attinente alla felicità e il wellbeing atteso con il lavoro agile. In che misura l’azienda è responsabile della declinazione e percezione di un adeguato livello di work life balance da parte dei dipendenti? In che modo aumenta la produttività dei dipendenti con un lavoro agile bilanciato? Affronteremo così quali sono le leve a disposizione delle aziende per ingaggiare e rendere i collaboratori felici.

C’è poi la questione della “employee experience”, ovvero esigenze intergenerazionali a confronto. Con l’arrivo delle nuove generazioni – il cui fattore motivante principale non è lo stipendio bensì avere una buona employee experience – questo può fare la differenza per il successo dell’azienda. 

Infine, ultimo ma non per ultimo, i nuovi diritti dei lavoratori agili. Quindi, CCNL, sicurezza, lavorare dall’estero, diritto alla disconnessione e il sindacato dei lavoratori agili.

Gli speaker del “Day 2021”.

Nell’attesa di svelarvi tutti i nostri speakers, vi preannunciamo i primi già confermati. Ovviamente fa gli onori di casa Samuel Lo Gioco, il founder del format Smart Working Day, “evangelizzatore” del lavoro agile, formatore ed esperto di leadership emotiva. E poi: Giovanni Battista Pozza, nomade digitale, è uno dei maggiori esperti al mondo di felicità al lavoro ed employee experienceEleonora Greco è People & Culture Manager specializzata in gestione delle risorse Digital HR Transformation e Change ManagementSimona Ciotti di HRLink è HR Communication and Branding ed esperta di Change ManagementDaniele Gallo che si occupa di efficientamento attraverso tecniche di data flow management e applicazioni Machine Learning; Simone Terreni, uno dei 100 top manager del 2021 per Forbes, imprenditore, è autore de “Lo Smart Working non si improvvisa”, una guida per le imprese che vogliono adottare il lavoro smart in maniera efficiente; Sergio Alberto Codella, avvocato giuslavorista, è esperto in diritto del lavoro, della previdenza sociale e sindacale.

Date un’occhiata al programma sul nostro sito e segnatevi in agenda le date:

il 19 novembre a Milano, replica a Roma il 25 novembre!