Un viaggio alla scoperta dei più bei posti da cui lavorare in remoto

Smart Working is the New Normal

Lavorare da remoto è diventata la nuova normalità. Un modello organizzativo del lavoro che offre la più importante flessibilità, svincolandosi dall’obbligo del luogo e del tempo. Questa libertà è uno degli strumenti creare benessere nella vita, valorizzando come work/life balance.

Borghi e territorio

Seguendo la scia della notizia pubblicata dal World Economic Forum, in Italia si stanno rianimando ben 2.000 borghi come mete per gli smart worker. Questo movimento offre una distribuzione economica nazionale ben distribuita e non concentrate nei grandi centri urbani.

Sostenibilità

Impegnarsi in azioni concrete per la salvaguardia dell’ambiente è fondamentale per costruire un futuro. In questo progetto ci impegniamo a “compensare” la Co2 bruciata dalla combustione del carburante piantando zone di verde nelle città italiane ed altre iniziative volte sempre alla produzione di Co2.

Parlano del progetto

Obiettivo

L’obiettivo del viaggio è quello di valorizzare le meraviglie che da sempre caratterizzano il nostro Belpaese, offrendo ai lavoratori a distanza una vista su come poter “cambiare vita”, trasmettendo l’entusiasmo di uno smart worker deciso a conoscere i più bei posti in cui lavorare.

QUI ENTRA IN CAMPO…

Samuel Lo Gioco, fondatore di “Smart Working Magazine” ed eclettico sostenitore del lavoro da remoto, dimostrando che si può lavorare da dove vogliamo, attraversando l’Italia con il suo VAN attrezzato a ufficio mobile!

Un reportage attraversando l’Italia alla scoperta di start up innovative, Co-living, bellissimi Borghi, cultura e tradizione, e strutture ricettive intente a offrire servizi agli smart workers itineranti. 

Samuel darà voce a tutte quelle persone, dalle istituzioni alle strutture, impegnate a costruire valore per i lavoratori del futuro e, soprattutto, al territorio. 

L’industria ha svuotato borghi e zone rurali centralizzando l’economia e il mercato del lavoro in grandi centri urbani ma, oggi, incredibilmente lo smart working, può invertire quell’urbanizzazione che ci viene presentata come tendenza inesorabile. Anche se nel mondo in Europa il 75% delle persone vive in città, l’Italia è un paese unico e perché non potrebbe essere il primo a rompere la pressione antropica favorita dal decennale accentramento nei capoluoghi di funzioni amministrative, economiche e sociali riprendendo possesso delle zone “emarginate” per godere della loro bellezza?

Non perderti le storie

Rimani aggiornato su tutte le tappe, le novità e gli incontri per il viaggio più smart d’Italia.

con il patrocinio di 

partner che hanno collaborato al progetto

media partner e collaborazioni

collaborazioni e supporto

2021 Vanworking   Privacy Policy